Bolli Auto e Moto

Quanto segue non riguarda le Regioni Lombardia, Toscana e Provincia di Bolzano.

Tutti i mezzi immatricolati prima del 31/12/1973 godono dei benefici fiscali per cui il bollo (bada bene: tassa di circolazione e non di possesso e quindi la ricevuta deve accompagnare il mezzo ed essere esibita) è di € 25,82 per le auto e € 10,33 per le moto (Regione Veneto € 28,40 e 11,36 - Regione Marche € 27,88 e 11,15).

Per i veicoli ultraventennali in assenza di leggi regionali specifiche si potrà pagare il bollo ridotto solo se il mezzo è presente sugli elenchi del Ministero delle Finanze o del FMI (moto).

La Regione Umbria ha legiferato in tal modo:
"Per i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico l’agevolazione prevista dall’art. 63 comma 1 della Legge 342/2000 è subordinata, in carenza degli elenchi previsti dallo stesso articolo, al possesso di idonea certificazione dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI) e, per i motoveicoli, anche della Federazione Italiana (FMI)."
Per quanto sopra possono usufruire delle agevolazioni solo i mezzi che sono iscritti negli elenchi dell’ASI o del FMI e per i quali siano stati emessi gli appositi certificati. 
Chi è in possesso di tale certificazione potrà procedere al pagamento del bollo "agevolato" a mezzo bollettino postale sul CCP intestato alla Regione, o tramite ACI o presso la Lottomatica, con la causale "veicolo esente ex art. 63 legge 342/2000 come da lista Ministero delle Finanze"